Alla scoperta di luoghi e tradizioni minori

27-02-2021
LA CHIUSA DI CASALECCHIO (BO) - 27 feb
La Valle del Reno non è solo quella tedesca!
€ 12,00
PRENOTA

SABATO 27 FEBBRAIO  h. 11.00

 Patrimonio messaggero di una cultura di pace a favore dei giovani, Unesco, Dicembre 2010

L'acqua è sorgente di vita, la sua conservazione e condivisione con i vicini sono sorgenti di pace

Chiusa di Casalecchio è posta quasi alla metà del corso del Reno,

Ancora oggi l’imponente sbarramento del Reno e le poderose muraglie che sostengono il canale suscitano ammirazione in chi guarda, ma ancora maggiore è la meraviglia se consideriamo che quella di Casalecchio è la più antica opera idraulica d'Europa ancora in funzione e utilizzata in maniera continua ed ininterrotta.

Visitabile solo su prenotazione la nostra guida ci condurrà attraverso il camminamento costruito nel XVI secolo, il cui progetto è stato attribuito al genio di Jacopo Barozzi, detto il Vignola, forse l'architetto più noto e più rappresentativo del tardo Rinascimento.

Potrai ammirare la monumentale opera idraulica, il cui scivolo è lungo m 160 e largo m 35, con un dislivello di ca. m 8, e scoprirai l’importanza funzionale ancora attuale della Chiusa, le cui conservazione e manutenzione sono curate dall’antico Consorzio della Chiusa di Casalecchio e del Canale di Reno.


Punto di ritrovo:
Cancello della Chiusa di Casalecchio
Via Porrettana 187
40033, Casalecchio di Reno (BO)

10 MINUTI PRIMA

Contributo a persona:       eur 10,00      soci

Bambini 6-11 anni   :            eur 8,00

Bambini fino ai 6 anni:         gratuito 

 Da aggiungere per i non soci (escluso bambini inferiore ai 6 anni):

eur 1,00 Tessera sociale anno 2021

Bus che raggiungono il sito da Bologna
n. 20 (fermata Casalecchio Porrettana Canale/Casalecchio Chiusa), 89 (fermata Casalecchio Porrettana Canale), 92 (fermata Casalecchio Chiusa), 94 (fermata Casalecchio Chiusa)

In auto: prevedere 5-10 min per la ricerca del parcheggio in zona, indossare SCARPE COMODE

Mascherina obbligatoria!

Cani di piccola taglia sono ammessi, ma vanno tenuti al guinzaglio. In caso facessero i bisogni il padrone è tenuto a raccoglierli.

La visita si terrà anche in caso di pioggia leggera

Durata: circa 1,5 h.

Note:
Durante la visita potrebbe verificarsi che ci siano  dei lavori in corso alla Chiusa e nel tratto compreso tra lo scivolo e la briglia e che non sia presente l’acqua. Questo non preclude la buona riuscita della visita.

Approfondisci qui:

INVIARE UNA MAIL A Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure chiamare il 338 8129322 indicando: :

NOME / COGNOME / DATA E LUOGO DI NASCITA / RESIDENZA / CODICE FISCALE / TELEFONO

 

Vi verrà inviato un link per il pagamento pochi giorni prima

Prosegui la tua giornata

Il fiume Reno nasce in Toscana in provincia di Pistoia e si getta nel Mar Adriatico in provincia di Ravenna. Lungo il suo percorso marca il confine tra Toscana ed Emilia-Romagna, attraversa una gola, scorre a fianco della storica linea ferroviaria Bologna-Pistoia con opere d'arte (ponti, gallerie, muri di sostegno) che rappresentano un vero capolavoro d'ingegneria dell'epoca di costruzione.

Panorami ora dolci, ora aspri, selvaggi, scoscesi.. Località imporanti in territorio bolognese e ferrarese: Porretta Terme, Marzabotto, Sasso Marconi, Casalecchio di Reno, Bologna, Cento, Malalbergo, Molinella, Argenta, le valli di Comacchio

Il fascino della montagna bolognese è indiscusso…

Luoghi naturali, siti archeologici, storici ed artistici, coltivazioni biologiche, cibi genuini ci accompagneranno in queste giornata lungo la vallata del Reno!

E se vuoi pranzare.. basta chiedere i nostri consigli!



Lasciata la Chiusa, è la piu’ antica opera idraulica d’Europa ancora in funzione

prosegui in direzione Porretta lungo la ss 64

Parcheggia al Borgo di Colle Ameno

http://www.borgodicolleameno.it/

un luogo incantato a una decina di minuti da Casalecchio dove sono nate tante idee che hanno trovato casa per merito di una giovane marchesa e portati qualcosa da mangiare mentre scopri questo borgo.

Il 31 ottobre il Borgo è stato protagonista su 7Gold nella puntata di Ercole dedicata al Borgo di Colle Ameno, la "città ideale" immaginata tre secoli fa dal Marchese Ghisilieri.

Un vero e proprio gioiello a soli 20 minuti d'auto da Bologna, con Villa Davia, l'oratorio barocco dedicato a S. Antonio e con gli artigiani ed artisti che da qualche tempo animano il Borgo con le loro botteghe, atelier e installazioni artistiche.
Prosegui verso la città di Guglielmo Marconi,
https://bit.ly/3oIxB0N
ammira il suo mausoleo lungo la strada SS 64  e la sua abitazione da dove sono partiti i primi esperimenti di radiocomunicazione

Non dimenticare la Pieve di San Lorenzo di Panico, considerata una delle piu' belle costruzioni romaniche dell'Appennino Bolognese.

Ad altri 10 minuti in auto, Marzabotto con il Museo Nazionale Etrusco Pompeo Aria,

https://polomusealeemiliaromagna.beniculturali.it/musei/museo-nazionale-etrusco-pompeo-aria-e-area-archeologica-di-kainua

 collocato in prossimità dell’Area Archeologica dell’Antica Città di Kainua.  Se il Museo ti sembra troppo impegnativo, e vuoi rimanere ancora all'aria aperta, prosegui per Il

Parco di Monte Sole,

https://enteparchi.bo.it/home/parco_storico_di_monte_sole/

e parcheggia al Poggiolo. Da lì potrai scegliere un bel sentiero per una bella escursione.

La giornata è già piuttosto indaffarata.. ma ancora non sei stanco ? Vuoi andare a vedere gli Alpaca presso un'azienda agricola del territorio? Perchè no? E allora Laura di accoglierà (su prenotazione)

La valle ancora non è finita ma il resto alla prossima puntata!

REGOLAMENTO

Gli eventi e visite guidate organizzate dall’Associazione culturale Minor ERRANDO sono rivolte ai suoi soci. Diventare soci è semplice, basta compilare questo modulo, indicando la vostra volontà di iscrivervi all'associazione.

 Privacy
I dati dei soci da noi raccolti non saranno in alcun modo oggetto di diffusione, e saranno trattati in ottemperanza alle leggi vigenti relative alla Protezione dei Dati e della Privicy che mirano ad uniformare il trattamento dei dati a livello europeo e mondiale. Per saperne di più sulla privacy CLICCATE QUI

Tutela dei Dati

Vi invitiamo a leggere come i vostri dati saranno tutelati attraverso delle misure di sicurezza adottate per garantirne la riservatezza nel pieno rispetto della normativa CLICCANDO QUI

TESSERAMENTO
I soci, versando un contributo di 1€, riceveranno una tessera associativa con validità annuale. Il costo della tessera è incluso nel prezzo della prima visita o evento da loro atteso.            La tessera deve essere sempre portata con sè per partecipare agli eventi e visite guidate, ed esibita alle eventuali richieste dell’autorità competente. In caso di smarrimento occorrerà richiedere un duplicato.

CONTRIBUTI ASSOCIATIVI

Il pagamento delle visite guidate e degli altri eventi da noi organizzati avviene al momento della prenotazione.

I contributi anticipatati saranno rimborsati in caso di mancata esecuzione dell'evento.

PRENOTAZIONI

La prenotazione è obbligatoria e deve essere fatta tramite on line compilando questo modulo

ORARIO e RITARDI

L’orario delle visite indicato è riferito all’inizio della stessa. L’accoglienza e la registrazione dei soci avrà inizio  10 minuti prima, per evitare la ritardata partenza dell'evento.

Chi fosse in ritardo dovrà avvisare telefonicamente il coordinatore del gruppo, per informarlo del proprio ritardo.

**Chi dovesse giungere in ritardo potrebbe non riuscire ad unirsi al gruppo. Si raccomanda quindi la massima collaborazione e puntualità.

 CANCELLAZIONI
**Al fine di permettere un’ottimale organizzazione delle visite guidate, ed evitare cancellazione delle stesse, è caldamente consigliato prenotare con un certo anticipo,

Le visite guidate, o altri eventi da noi organizzati saranno cancellate solo in caso di forza maggiore  non dipendente dalla nostra volontà, o nel caso in cui le prenotazioni non raggiungessero il numero minimo necessario a coprire le spese di esecuzione. Sarà nostra cura avvisarvi per tempo dell'eventuale cancellazione, e nel caso in cui fosse stato richiesto il pagamento anticipato del contributo di partecipazione questo verrà totalmente rimborsato.

 Le visite al chiuso verranno regolarmente effettuate anche in caso di maltempo.

Le visite all’aperto verranno effettuate anche in caso di PIOGGIA LEGGERA, e cancellate solo in caso di pioggia battente.

I soci che, per qualsiasi motivo, non potessero partecipare ad una visita guidata da loro prenotata dovranno avvisarci prima possibile (e comunque, entro le 5 ore che precedono l'evento o la visita. **Per le visite del mattino la cancellazione deve esser fatta entro la sera precedente** chiamando o inviando un sms al coordinatore del gruppo. Chi non dovesse cancellare per tempo una visita o evento da loro prenotato, sarà soggetto a pagare metà del contributo associativo che avrebbe dovuto pagare se partecipato all’evento.  

Vi invitiamo pertanto a valutare la vostra vera volontà a parteciparvi.

 RESPONSABILITA’

L’associazione offre solo i servizi indicati in programma, i partecipanti avranno quindi assoluta responsabilità per la propria sicurezza e quella dei propri figli. L’associazione declina ogni responsabilità per danni che dovessero subire i partecipanti nel corso della visita guidata. Gli stessi dovranno effettuare ricorso verso i responsabili delle aree visitate.​ I partecipanti sono direttamente e personalmente responsabili per danni da loro provocati a cose e persone, pertanto l’associazione declina ogni responsabilità.

EVENTI SUGGERITI

GRANDI GIARDINI ITALIANI

Questo periodo ci ha insegnato ad avere occhi nuovi verso la natura, abbiamo cercato luoghi di grande serenità per sentirci meglio, per sentirci meno depressi

Ci sono giardini aperti in questo periodo che ci possono aiutare a rinfrancare lo spirito:

Villa Durazzo, a Santa Margherita Ligure, il parco è ad ingresso libero. La posizione è fantastica, il giardino offre un’ampia vista sul Golfo di Tigullio.

Villa Olmo, a Como: anche questo è ad entrata gratuita, all’interno Il Kilometro della conoscenza che unisce tre ville in un percorso panoramico. Un favoloso giardino all’inglese ed alberi di alto fusto, vi faranno dimenticare ogni preoccupazione!

I veronesi non possono non conoscere il Giardino Giusti, una vera chicca che si snoda tra un viale di cipressi che finisce in un belvedere da dove si gode uno dei piu’ suggestivi panorami di Verona ed un labirinto tra i piu’ antichi di Europa

Altri giardini vi aspettano: nell’attesa di andare a visitarli insieme..goditeli su www.grandigiardini.it


VINITALY 2021

NUOVO RINVIO PER VINITALY: LA 54ESIMA EDIZIONE DELLA FIERA VERONESE SI TERRÀ A GIUGNO 2021. 

Vinitaly si terrà a giugno

La 54esima edizione di Vinitaly si terrà dal 20 al 23 giugno 2021, insieme a Enolitech e Sol&Agrifood. Stavolta Veronafiere ha deciso di giocare d’anticipo e senza tergiversare ha annunciato le nuove date, frutto di un’attenta verifica con le istituzioni per avere previsioni attendibili sulla curva pandemica e di un sondaggio che ha coinvolto il mercato, con l’obiettivo di individuare un periodo in cui anche i buyer extra europei possano partecipare a più eventi internazionali.

vinitaly ev 768x512

https://bit.ly/39e4zC5

 

 

 


VAN GOGH ON LINE

VAN GOGH

Quattro puntate in diretta, sulla pagina Facebook e sul sito di LINEA D'OMBRA

, ogni lunedì di novembre, a partire dalla prima, il prossimo 9 novembre alle ore 21I racconti e le letture di Marco Goldin si intrecceranno con le musiche composte e suonate al pianoforte da Remo Anzovino.

Il titolo della prima serata è Van Gogh nei campi di grano.

La forza della natura e l’idea del tempo circolare. Protagoniste saranno soprattutto le lettere che Van Gogh inviò nella seconda metà di giugno del 1888 quando stava dipingendo i campi di grano nella pianura della Crau poco fuori Arles. Lettere indirizzate al fratello Theo, alla sorella Wil e a Émile Bernard. La serata verrà divisa in tre parti. Dapprincipio una introduzione di Marco Goldin sul tema, poi la parte centrale con le letture e la musica e la parte finale riservata alle risposte che Marco Goldin darà alle domande che gli verranno poste attraverso Facebook.

Le puntate successive sono previste nei lunedì seguenti di novembre (16, 23 e 30) e saranno dedicate rispettivamente agli amici di Van Gogh ad Arles, al tema della malinconia nella casa di cura di Saint-Rémy e alla fine del viaggio nella vita a Auvers. Non mancate di collegarvi intanto lunedì 9 novembre alle ore 21 sulla pagina Facebook e sul sito di Linea d’ombra con Marco Goldin e Remo Anzovino.


Treni Storici

    La Fondazione FS italiane custodisce e gestisce il grande Patrimonio storico delle Ferrovie italiane: mezzi, archivi, musei, linee ferroviarie un tempo sospese ed oggi recuperate ad una nuova vocazione turistica.

La Fondazione opera per valorizzare e consegnare integro alle generazioni future l'enorme Patrimonio storico e tecnico delle Ferrovie italiane, tassello significativo della storia nazionale. Suo scopo è testimoniare l’importanza dei treni come simbolo di progresso e unità nazionale e di stimolarne il recupero in chiave turistica, a vantaggio delle comunità e dei territori italiani.

Diverse sono le proposte per scoprire il territorio a bordo di queste meraviglie della tecnica…in Campania, in Emilia, in Sicilia, nel Lazio

In preparazione………… 


Van Gogh a Padova

Van ghogh evento a padava

 

Questa esposizione, forte di ben novanta opere, con vari musei prestatori e ovviamente al primo posto il Kröller-Müller Museum e poi il Van Gogh Museum, ha l’ambizione di inserire Van Gogh nel flusso del suo tempo, nella precisa relazione con altri artisti che per lui hanno contato.

Un’esposizione che dunque non si ferma a una visione esclusivamente monografica, ma presenta l’opera del grande artista olandese con tanti approfondimenti non così usuali da vedersi, e in questo modo colloca quell’opera meravigliosa entro non abituali confini. Dai due anni nelle miniere del Borinage in Belgio, al tempo nel Brabante olandese, fino agli anni francesi che la mostra indaga in modo approfondito.Padova, Centro San Gaetano

fino all'11 Aprile 2021

 

 

 

 


Raffaello a Rimini

Raffaello a Rimini. Il ritorno della Madonna Diotallevi

 
 
Madonna Diotallevi di Raffaello
 
 
 

Dal 17 ottobre Rimini sarà fra le città protagoniste delle celebrazioni nel cinquecentesimo avversario della morte di Raffaello con la mostra incentrata sulla Madonna Diotallevi, oggi a Berlino. Dopo 178 anni l’opera giovanile dell’Urbinate che porta il nome del suo ultimo proprietario privato, il marchese riminese Audiface Diotallevi, tornerà a Rimini, in prestito dai Musei Statali di Berlino fino al 10 gennaio 2021.

Un ritorno che permetterà una nuova contestualizzazione di questo capolavoro con un approccio originale, legato al territorio per la storia della collezione, e nel contempo focalizzato sulla formazione e sull’attività giovanile dell’Urbinate.

La splendida tavola del giovane Raffaello, infatti, oltre a consentire di ammirare un frutto ancora acerbo ma già carico di promesse della sua arte, si rivela un mezzo straordinario tramite il quale raccontare la Rimini dell’Ottocento, i suoi più eminenti personaggi, le collezioni che svelano una ricchezza artistica finora insospettata che apre idealmente all’Europa e poi al mondo. La storia del prezioso quadro, infatti, porta a Berlino a seguito dell’acquisto di Gustav Friedrich Waagen nel 1842, che lo ha proclamato come opera raffaellesca. Da allora dinnanzi alla Madonna Diotallevi si sono avvicendati i più grandi critici, da Passavant a Bode, da Cavalcaselle a Morelli, da Fischel a Venturi, da Berenson a Longhi, restituendo una serie di suggestioni e affascinanti letture. Altri dipinti della collezione, ammirata e ricordata da illustri viaggiatori, già attribuiti a Leonardo da Vinci, a Bellini, al Correggio, a Benvenuto Tisi da Garofalo, detto il Garofalo, sono oggi in prestigiosi musei internazionali.

A questi si aggiungono il Crocifisso di Giovanni da Rimini, donato da Adauto Diotallevi al museo cittadino nel 1936, e l’Incoronazione della Vergine di Giuliano da Rimini (meglio nota come polittico del duca di Norfolk) appartenuta allo stesso Audiface, che è stata restituita alla città nel 1998 grazie all’intervento della Fondazione Cassa di Risparmio di Rimini. Tavole che, oggi al Museo della Città, rifletteranno i loro bagliori d’oro accanto alla Madonna di Raffaello nel percorso espositivo.

La cura della mostra è affidata a Giulio Zavatta, storico dell’arte dell’Università di Venezia, autore del recente volume sulla Madonna Diotallevi.

Lo studio riminese Cumo Mori Roversi architetti ha realizzato il progetto allestitivo che valorizza il capolavoro di Raffaello e assicura la maggiore sicurezza in relazione alle norme anti-Covid.

La mostra ospitata al Museo della Città “Luigi Tonini” (Rimini, via L. Tonini, 1) sarà aperta al pubblico dal 17 ottobre 2020 al 10 gennaio 2021 e osserverà gli orari di apertura del Museo (da martedì a sabato 9.30-13.00 / 16.00-19.00; sabato domenica e festivi 10.00-19.00; lunedì non festivi chiuso). L'ingresso è a pagamento ed è richiesta la prenotazione. L’ingresso è consentito a gruppi di massimo 15 persone. 
Prenotazioni sul sito www.museicomunalirimini.it a iniziare da giovedì 15 ottobre.
Presentazione della mostra venerdì 16 ottobre ore 16.00 a cura  del curatore, Giulio Zavatta, mentre Costantino D’Orazio si soffermerà sulla figura dell’artista urbinate.

Catalogo di NFC Edizioni, a cura di Giulio Zavatta.

Info: 0541.793851  www.museicomunalirimini.it



We use cookies

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.